Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
26 novembre 2012 1 26 /11 /novembre /2012 12:57

Image 3Tita Carloni è morto sabato scorso all’età di 81 anni.
Lo ricordiamo in palestra il 19 novembre di tre anni fa, durante il dibattito sul futuro di Gandria. Illustrò il passato del villaggio, quello contadino poi quello pittoresco per i turisti e, di fronte all’indignazione suscitata da un inadeguato progetto, disse che qui si poteva e doveva certo costruire, ma “poco e adagio. Se si intende fare qualcosa di nuovo a Gandria dev’esserci un progetto, un disegno architettonico capace di tratteggiare alcune case con la stessa delicatezza di un quadro. Il mio invito è che il Cantone incarichi un architetto – uno solo – che disegni Gandria”. Ci piace ricordarlo così, con quella sua saggezza un po’ contadina, fatta di occhi tristi e di sorriso allegro. Più che di professione, era un architetto di mestiere: sapeva che un muro non è solo una struttura portante o una parete divisoria, ma un’anima materiale. Insomma, un moderno maestro comacino.

Condividi post

Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento

commenti