Overblog Segui questo blog
Edit page Administration Create my blog
/ / /
Solo un concorso eccezionale e felice di circostanze, ha potuto salvare la morfologia originaria del nucleo e il mitico sentiero, che porta al villaggio, arrampicandosi oltre il picco del Sasso di Gandria. Ottant’anni di travaglio hanno, infatti, preceduto la costruzione della strada sul percorso alto che conosciamo. Si inizia a parlarne dalla metà del diciannovesimo secolo e il primo progetto - del 1864 - corre lungo l’attuale sentiero e taglia il paese all’altezza della chiesa. Le difficoltà tecniche a sormontare il sasso di Gandria ne differiscono a lungo la realizzazione, finché nel primo Novecento si levano forti voci di dissenso. Sostenuto dai socialisti in nome del progresso – le parti sarebbero intercambiabili? - il progetto di strada sul tracciato del sentiero e un altro successivo, poco più in alto, sono osteggiati da svizzeri tedeschi e tedeschi che hanno le ville attorno a san Domenico, dai promotori del parco naturalistico nella zona del sasso di Gandria, da personaggi autorevoli come Francesco Chiesa e Antonio Fogazzaro e non da ultimo dalla Confederazione chiamata a finanziare. Intanto la tecnica ha progredito e diventa possibile la strada alta, che sarà inaugurata nel 1936. 

Condividi pagina

Repost 0
Published by