Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
1 maggio 2016 7 01 /05 /maggio /2016 14:32

Anche quest'anno, puntuale come il canto del cucù, arriva il Maggiolino. Sarà a Gandria il 22 maggio con un doppio spettacolo: dapprima (alle 11.15) "Storie per crescere, note per sognare" del Teatro Pan sul sagrato della chiesa di San Vigilio, poi il rinfresco offerto da VivaGandria, infine (alle 14.00) "Il bosco in valigia" con il Teatro dei Fauni a Villa Heleneum. Entrambi gli spettacoli sono adatti per bambini a partire dai quattro anni. Per chi viene da fuori gli spostamenti si faranno in battello ma, attenzione, i posti sono limitati e la prenotazione è obbligatoria (prenotazioni@teatro-pan.ch, oppure telefonare allo 091 922 61 58 da lunedì a giovedì tra le 8 e le 12) : trovate qui il programma della giornata e dell'intera rassegna.

Preparate il Maggiolino
Preparate il Maggiolino
Preparate il Maggiolino
Preparate il Maggiolino
Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
17 aprile 2016 7 17 /04 /aprile /2016 23:28

Permanenze e metamorfosi del territorio: meglio comprendere una Svizzera in via di urbanizzazione.
La prima Biennale i2a si interrogherà sulle profonde trasformazioni territoriali attualmente in corso in Svizzera. Coinvolgendo oltre 20 specialisti di varie discipline sull’arco di tre giorni di incontri e dibattiti, la Biennale intende stimolare il dialogo tra addetti ai lavori e cittadini, al fine di situare le trasformazioni in atto in un contesto storico, sociale e politico.  

A Villa Saroli. L'iscrizione è necessaria: trovate qui programma e modulo.

28 - 30 aprile 2016: prima Biennale i2a
Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
17 aprile 2016 7 17 /04 /aprile /2016 22:58

Come sempre dalle 11.00 alle 19.00 ...

Andamento rock ....
Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
10 aprile 2016 7 10 /04 /aprile /2016 23:02
È tempo di pensare alle vostre piante

Siete avvisati: sabato 16 e domenica 17 aprile allo Spazio 1929, in via Ciseri 3 a Lugano, con Officina del Paesaggio. Qui trovate il programma completo.

Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
9 aprile 2016 6 09 /04 /aprile /2016 13:35

Questo blog si è preso quattro mesi abbondanti di vacanza: niente di male, ogni tanto una pausa ci vuole. Senonchè è un po’ nostra ambizione quello di tenere traccia, ormai da quasi 8 anni, di quel che succede a Gandria, o anche lontano da qui purchè ci interessi da vicino. Vi siamo perciò debitori di alcune notizie smarrite che a partire da oggi vi dispenseremo a spicchi.

15 dicembre 2015: a prova dell’olio

Massimo Pedrazzini, che da anni si prende cura degli uliveti di Gandria e della produzione dell’”Or da Gandria”, ha organizzato martedì 15 dicembre una serata interessante per imparare a degustare  l’olio di oliva.
Una ventina di persone, che alcune settimane or sono, da noi “arruolate”, avevano partecipato alla raccolta delle  olive, si sono così ritrovate presso il ristorante “Le Bucce di Gandria” dove, sotto l’ esperta guida di  Mario Piazzini, membro della swiss olive oil panel, hanno potuto avvicinarsi  alla tecnica di assaggio dell’olio.
Questa prima esperienza ha permesso ai presenti di imparare a meglio valutare le qualità di tre tipi di olio: uno siciliano, uno toscano e il nostro extra-vergine. Interessante il confronto sia dal punto di vista dell’olfatto come da quello del gusto. E il nostro “Or da  Gandria” ne è uscito con una valutazione lusinghiera!

Ricordiamo che il olio d’oliva si può ancora acquistare presso La Bottega di Gandria (scorte quasi esaurite, chi lo vuole si affretti).

Notizie smarrite: è successo a Gandria

1°-24 dicembre 2015: Gandria s’illumina!

Quest’anno in forma rinnovata: non più il tradizionale mercatino di Natale ma un fenomenale calendario dell’Avvento particolarmente apprezzato dai bambini del paese che hanno potuto entrare nelle case che conoscevano solo dall'esterno. Una bella esperienza senza dubbio destinata a ripetersi. Per più foto e maggiori informazioni clicca qui.

Notizie smarrite: è successo a Gandria
Notizie smarrite: è successo a Gandria
Notizie smarrite: è successo a Gandria
Notizie smarrite: è successo a Gandria
Notizie smarrite: è successo a Gandria
Notizie smarrite: è successo a Gandria
Notizie smarrite: è successo a Gandria
Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
23 marzo 2016 3 23 /03 /marzo /2016 23:52

La Bottega di Gandria riapre il 25 marzo alle 11 per il quarto anno consecutivo. Per intanto sarà aperta dal giovedì alla domenica di ogni settimana, ma chissà che prossimamente non potrà farci la sorpresa di un più lungo periodo d'apertura. Residenti e turisti potranno così tornare a riassaporare gli ottimi prodotti ticinesi di qualità di cui sono stati privati durante l'inverno.

Tornano le buone cose
Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
15 marzo 2016 2 15 /03 /marzo /2016 10:17
In vendita l'olio di Gandria 2015
Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
12 novembre 2015 4 12 /11 /novembre /2015 16:52

Gandria, 11 novembre 2015

Egregio signor Jelmini,
con questa lettera aperta vogliamo esporle una piccola ma emblematica vicenda che volge a conclusione in quel di Gandria.
A due riprese, nel 2011 e nel 2012, il signor XY (lo chiameremo Volpi) presenta domande di costruzione per “ampliamento e sopraelevazione abitazione” sul mappale 168 di Gandria. I progetti “sforano” l’altezza consentita dal Piano Regolatore; cionostante sono pubblicati senza la necessaria richiesta di deroga. VivaGandria e diversi vicini si oppongono inoltrando ricorso.
Il signor Volpi ritira successivamente le due domande e nell’agosto 2012 presenta un progetto conforme, senza sopraelevazione del tetto. I ricorsi vengono ritirati e il 14 novembre è concessa la licenza di costruzione nella quale il Municipio precisa: “La struttura, la forma, le quote, la geometria della carpenteria portante e la tipologia dei materiali del tetto dovranno essere mantenuti”.
A cantiere aperto, nel 2013, si constata che l'altezza del tetto viene aumentata per ottenere un appartamento supplementare: sulle pareti perimetrali sono aperti nove vani finestra non contemplati nella domanda di costruzione. VivaGandria lo segnala all’ufficio competente, che blocca i lavori.
Allora il signor Volpi inoltra una domanda di variante in corso d’opera per legalizzare l’abuso. Gli opponenti osservano tra l'altro che “nella carpenteria del tetto sono apparsi dei travetti rompitratta delle dimensione tipiche dei prodotti Velux (lucernari)”. Chiedono perciò “che questo evidente tentativo di abuso edilizio, venga sanzionato con l’obbligo di ripristino della situazione riportata nei documento della licenza edilizia concessa il 14.11.2012”.

A questo punto il signor Volpi chiede un esperimento di cociliazione. Durante l’incontro del 20 gennaio 2014 afferma che: a) l’innalzamento del tetto dipende da un errore di misurazione, b) rinuncia alle nove finestre e c) intende mantenere il solaio preesistente non volendo realizzare un nuovo appartamento. Dal canto suo VivaGandria chiede che “il signor Volpi iscriva una servitù al Registro fondiario a garanzia delle promesse da lui fatte”. Nella licenza per la variante concessa il 27 marzo 2014 il Municipio ritiene però sufficiente precisare che"le finestre perimetrali dovranno essere chiuse così come i lucernari”.
Nel giugno 2015 VivaGandria segnala che i vani finestra sono ancora aperti e sono apparsi tre nuovi lucernari. Il 10 luglio il Dicastero edilizia privata comunica di essere intervenuto presso il signor Volpi ordinandogli di chiudere finestre e lucernari entro 30 giorni. Con un codicillo: "o in via subordinata la presentazione di una domanda di costruzione a posteriori”.
Oggi finestre e lucernari continuano a fare bella mostra di sé, anche se nel frattempo il Municipio “ha avviato procedura di contravvenzione per ripetute violazioni formali della Legge edilizia”. Ma neanche il signor Volpi resta inattivo: il 23 ottobre scorso ha presentato una domanda di costruzione per “cambio di destinazione da sottotetto ad abitazione”.
Questa vicenda si avvia forse al suo prevedibile epilogo? Il signor Volpi otterrà il suo appartamento supplementare con un sigillo di legalità per uno sfacciato abuso edilizio? Avremo riprova che la via dell'abuso è pagante? A Gandria sono in molti a sperare che non sia così.
Onorevole Jelmini, lei cosa ne pensa? Avalla la prassi dei suoi servizi? O ritiene, anche per scoraggiare nuove infrazioni, di dover intervenire affinchè i cittadini non abbiano a perdere fiducia nelle autorità e nelle leggi?
Le saremmo grati di comunicarci la sua opinione.
Cordiali saluti,
Associazione VivaGandria

Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
27 ottobre 2015 2 27 /10 /ottobre /2015 21:20

Come ampiamente riportato dai media (La Regione, RSI) quest'anno il raccolto delle olive è stato eccellente e sicuramente lo sarà anche il prodotto finale. Particolarmente folta anche la schiera di "braccianti" che hanno meritatamente goduto un bel giorno di sole, come già i richiedenti l'asilo del centro di Biasca che hanno completato l'opera tra venerdì e lunedì (un grazie di cuore anche a loro). La zuppa di ceci al Ristorante Roccabella non poteva essere da meno: eccellente! Nel disegno che ci ha inviato Bruno ha ben colto l'atmosfera del momento.
E per finire qualche foto non guasta ...

Un buon raccolto
Un buon raccolto
Un buon raccolto
Un buon raccolto
Un buon raccolto
Un buon raccolto
Un buon raccolto
Un buon raccolto
Un buon raccolto
Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
23 ottobre 2015 5 23 /10 /ottobre /2015 08:45

Come preannunciato, dopo il diniego alla licenza per il piano di quartiere da parte del Consiglio di Stato, i promotori delle palazzine hanno prontamente presentato - il 23 settembre scorso - un corposo ricorso al Tribunale amministrativo cantonale (Tram).
La vicenda entra quindi in una nuova, importante, fase. Finora, con due successivi rifiuti da parte del Municipio e dal CdS, le autorità avevano per così dire “giocato in casa” fondando i divieti soprattutto sul parere del Dipartimento cantonale del territorio, di natura politica e pianificatoria. Il passaggio al Tram segna il passaggio ad una fase, molto insidiosa, in cui avrà maggior peso l’argomentazione giuridica.
Negli scorsi anni le autorità hanno più volte tergiversato perdendo l’occasione di statuire sul problema di fondo, la contraddizione tra un piano regolatore obsoleto che prevede l’edificabilità delle parcelle e le nuove leggi e i dispositivi di salvaguardia che di fatto l’impediscono. Avrebbero potuto, come da più parti e in particolare da noi richiesto, avviare la revisione del piano regolatore o perlomeno decretare una zona di pianificazione per avere il tempo necessario a studiare attentamente il problema. Hanno preferito soprassedere per passare la patata bollente al Tram, eventualmente in seguito al Tribunale federale. Non è mai buona cosa quando, per non sporcarsi le mani, le autorità abdicano alla loro funzione di guida e rinunciano ad esprimere progettualità delegando al potere giudiziario la soluzione di problemi complessi che richiederebbero un diverso tipo di approccio. Ricordiamo come nel recente passato questo atteggiamento abbia già provocato a Melide due vittime illustri, la Romantica e Villa Branca, alle quali i promotori delle palazzine si riferiscono espressamente nel loro ricorso per provocare una decisione a loro favorevole.

Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento