Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
23 aprile 2012 1 23 /04 /aprile /2012 14:09

Ve l'avevamo già segnalata di sfuggita e vi riproponiamo la notizia. Venerdì 27 aprile (alle 18.30 al Canvetto Luganese) il Club Plinio Verda propone una serata sul tema La politica di tutela dei beni culturali in Ticino. Verranno in particolare affrontati i temi della politica del Cantone in materia di beni culturali e la posizione critica della STAN: relatori Giulio Foletti e Riccardo Bergossi. Preannunciata anche la successiva serata del Ciclo Beni Comuni su Paesaggio, territorio e arte nella tradizione italiana con Salvatore Settis, per il 22 maggio. Segnatevi fin d'ora anche questa data, Settis è un personaggio veramente importante. Qui trovate la presentazione delle due serate.

Giovedì 3 maggio alle 19.30 - al Centro La Piazzetta in via Loreto 17 a Lugano - TransitionNetwork.org, Fondazione SIRSSU e ssesTicino propongono invece una serata sul tema La città in transizione? Un percorso per affrontare le sfide del terzo millenio. Si parlerà di un possibile futuro senza carburanti fossili. Relatrice: Ellen Bermann, co-fondatrice di Transition Italia. La presentazione la trovate qui.

Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
18 aprile 2012 3 18 /04 /aprile /2012 08:47

Nella rete ticinese dei gruppi che si preoccupano della salvaguardia del territorio è apparso un nuovo blog: Save Hermann Hesse. Il premio Nobel della Letteratura abitò nella Ca' Rossa di Montagnola per oltre un trentennio. Ora la casa, nel frattempo diventata bianca, è proprietà della famiglia Pavesi che ha deciso di costruire una fila di casette, non proprio belle, nel parco sottostante. Un gruppo di cittadine e cittadini del comune di Collina d'Oro si oppone, lanciando il blog e una petizione.

savehermannhesse.jpeg

Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
17 aprile 2012 2 17 /04 /aprile /2012 09:52

Magari con un po' di prudenza (che la neve è ancora lì sulle montagne) ma è giunto il momento di cominciare a pensare ai vostri orti e giardini. Benvenuta quindi l'iniziativa di i2a & Officina del Paesaggio che domenica 22 aprile organizzano la prima edizione di Piante e Dintorni, una mostra-mercato per appassionati e giardinieri curiosi.

Dalle 10 alle 20 vivaisti e collezionisti presentano e vendono piante, piantine e sementi del patrimonio culturale del nostro territorio. Alle 15 ci sarà una tavola rotonda, "Dal paesaggio al semplice giardino: quale identità per il territorio dei laghi?"; e un ristoro non-stop con erbe selvatiche e delizie dell'orto (qui trovate il programma). Una giornata e un'esperienza da non mancare.

Piante_e_dintorni-1.jpg

Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
15 aprile 2012 7 15 /04 /aprile /2012 11:44

muni.jpg

 

Un incontro del Municipio con la popolazione è certo una buona cosa. Tanto più se il Municipio persegue lo scopo di "mantenere vitale il contatto e il dialogo con la cittadinanza". Ci lascia per la verità un po' perplessi la precisazione secondo cui "sarà dato spazio ai vostri interventi"; inutile precisarlo, per un incontro questo è ovvio. Nasce quindi il sospetto che lo spazio riservatoci arrischia in realtà di essere poco. Anche perché i quartieri "convocati" sono un forse un po' troppi e hanno problemi diversi; tanti problemi che potranno essere appena sfiorati. Castagnola-Cassarate e Viganello hanno già subito in pieno l'impatto della speculazione edilizia e della cementificazione. Fortunatamente questo non è ancora avvenuto, o solo in parte, a Bré-Aldesago e a Gandria, dove la popolazione cerca di impedire che questo avvenga; sarebbe stato più utile invitarli separatamente.

Perciò il rischio che questo incontro si trasformi in un rituale - dovuto, a un anno dalle prossime elezioni - è grande. Ma l'abbiamo detto; è comunque una buona cosa. Partecipiamo quindi numerosi, sperando in un incontro vivace.

Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
2 aprile 2012 1 02 /04 /aprile /2012 10:27

Un paio di settimane orsono un platano secolare è stato tagliato sulla riva del lago antistante le Cantine di Gandria. La cosa ci ha spiacevolmente stupiti e abbiamo perciò fatto una piccola inchiesta.

Siamo così venuti a sapere che l’iniziativa è dovuta al gerente del Grotto Teresa, il quale ci ha detto di essere stato autorizzato dall’Ispettorato forestale cantonale. Da parte sua l’Ispettorato ci conferma di aver rilasciato un'autorizzazione per il taglio di un platano sul fondo part. n. 292 nel comune di Lugano-Gandria a causa della sua pericolosità (rami rotti, marcio all'interno) per la parte esterna dell'esercizio pubblico Grotto Teresa, per la linea di distribuzione della corrente elettrica e per il sentiero pedonale”.

cantine-0825.jpg

Non siamo esperti in materia, ma da quanto abbiamo potuto constatare in loco ci sembra difficile credere che il platano fosse “marcio all’interno”. Sorge quindi il dubbio che vi sia semmai del “marcio in Danimarca”; verosimilmente la pianta è stata tagliata perché toglieva vista a lago agli avventori del Grotto Teresa. Tanto più che accanto al platano sono state tagliate altre due piante, apparentemente senza autorizzazione; sarebbe stato logico lasciarle, a sostituzione di quella abbattuta.

Ricordiamo che le Cantine di Gandria sono state riconosciute quale oggetto di importanza nazionale dall’ISOS anche per la loro “eccezionale situazione a lago, entro una radura, in un contesto paesaggistico intatto, con uno sfondo e cornice arborea di prim’ordine”. Perciò raccomanda in particolare di “proteggere l’alberatura, parte integrante del paesaggio e dell’insediamento nella sua funzione specifica”.

Ci auguriamo che qualcuno possa fornirci delle spiegazioni più convincenti.
Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
1 aprile 2012 7 01 /04 /aprile /2012 10:55

Il prossimo 3 aprile, con inizio alle 18.00, la seduta del CC di Lugano prevede un ordine del giorno che dà ampio spazio alle questioni di mobilità.

Si discuterà la richiesta di credito avanzata dal Municipio per dare il via alla progettazione definitiva della galleria tranviaria Bioggio-Lugano; vi avevamo presentato il Messaggio alcuni giorni fa. Questa trattanda rappresenta una prima fetta degli interventi previsti dal PAL2 e anche di questo vi abbiamo già detto. Pur favorevoli al tram, con altre Associazioni abbiamo molte perplessità sulla priorità che si vuole assegnare a questa prima tappa e ci sembra assolutamente fuori luogo (e sospetta) la fretta con la quale si procede. Abbiamo già formulato delle alternative che ci appaiono più urgenti e soprattutto molto più utili: potete trovare qui la scheda che illustra le nostre proposte. La questione è del resto controversa. In caso di accettazione del credito la Lega ha già preannunciato un referendum (perché il tram a Lugano proprio non lo vuole). Il consigliere Giordano Macchi (PLR), vicino in questo alle nostre posizioni, ha dichiarato che se lo voterà lo farà "turandosi il naso". É probabile che alcuni consiglieri preferiranno astenersi, ma l'esito sembra scontato: PLR, PPD e PS fanno quadrato e la votazione appare "blindata" dagli ordini di scuderia.

Altra questione, quella dell'iniziativa comunale proposta dall'ATA per la realizzazione di percorsi ciclabili in città in tempi brevi. Il Municipio propone al CC di accoglierla e probabilmente sarà così. In questo caso l'iniziativa non sarebbe portata in votazione popolare, se i promotori vorranno ritirarla. Una decisione in tal senso non è ancora stata presa e la ProVelo, molto attiva nella raccolta delle firme, sembra nutrire seri dubbi sulle dichiarate intenzioni del Municipio.

Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
30 marzo 2012 5 30 /03 /marzo /2012 13:09

Quarantacinque anni fa Villa Ciani venne mutilata per costruire al posto delle belle scuderie il brutto Palazzo dei congressi. Ora anche quella nuova costruzione sta diventando vetusta e richiede un ampio rifacimento: si prevede che l'operazione verrebbe a costare una quarantina di milioni. Ne vale la pena?

Un gruppo di consiglieri comunali del PLR ritengono di no e chiedono al Municipio di riconsiderare la questione. Propongono di costruire un nuovo Palazzo dei congressi in sede più approriata. Quello attuale dovrebbe essere demolito, in modo da consentire una riqualifica del Parco Ciani e di Piazza Indipendenza. Ciò richiederà un concorso di idee e la redifinizione del Piano Regolatore. Ci sembra un'ottima idea anche se, purtroppo, le vecchie scuderie non potranno più essere risuscitate.

Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
29 marzo 2012 4 29 /03 /marzo /2012 07:54

In un'intervista rilasciata al blog parcodivillaargentina, Bernhard Furrer esprime un giudizio equilibrato ma alquanto severo sull'incapacità del Ticino, in particolare della città di Lugano, di proteggere il suo patrimonio culturale. Vi invitiamo a leggerla.

Vale peraltro la pena di visitare regolarmente questo blog, ricco di spunti e contributi sul tema della difesa del patrimonio e del territorio: mettetelo tra i vostri preferiti e iscrivitevi alla newsletter. Preannuncia tra l'altro due promettenti serate organizzate nell'ambito del ciclo sui Beni Comuni dell'associazione culturale Club Plinio Verda. La prima si terrà il 27 aprile: interverranno Riccardo Bergossi della STAN e Giulio Foletti, capo del Servizio inventario dell'ufficio beni culturali. La seconda, da non perdere, sarà il 22 maggio con il professor Salvatore Settis, ex-direttore della Scuola normale superiore di Pisa. Luogo e ora saranno comunicati in seguito, intanto segnatevi le date.

Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
28 marzo 2012 3 28 /03 /marzo /2012 13:19

Vi avevamo già informati della consultazione sulla seconda fase del Piano d'Agglomerato del Luganese (PAL2) svoltasi dall'8 febbraio all'8 marzo scorso. I documenti del PAL2 erano stati presentati al pubblico il 16 febbraio a Vezia: una riunione a cui hanno partecipato una sessantina di persone. Nel frattempo i comuni del comprensorio oltre ai vari gruppi e associazioni interessati hanno introdotto le loro osservazioni. A fine giugno, il Consiglio di Stato dovrà inoltrare a Berna l'incarto per la richiesta di sussidio federale (si spera nel 30%, ma non è sicuro).

Anche le associazioni che operano a Lugano e dintorni per la salvaguardia del territorio (Cittadini per il Territorio/Massagno, VivaGandria, Uniti per Brè, Capriasca Ambiente e Associazione Quartiere Bomborozzo/Massagno), che si incontrano nell'ambito dell'Osservatorio della Mobilità Luganese, hanno introdotto le loro osservazioni. L'esame dei voluminosi e complessi documenti nel breve spazio di un mese ha richiesto diversi incontri e un duro lavoro di redazione. Per rispettare lo stretto termine concesso, l'8 marzo abbiamo inviato al Dipartimento del Territorio cantonale le nostre osservazioni preliminari. In questi giorni abbiamo steso la bozza definitiva delle nostre osservazioni che verranno consegnate quanto prima al Cantone.

Siamo soddisfatti del risultato del lavoro fatto e speriamo possa dare frutti, contribuendo a un profiquo dibattito. Sempre che lo spazio e il tempo necessari vengano concessi, cosa che finora non si è data. Ricordiamo che si sta parlando, per così dire, del "cantiere del secolo" del Luganese, che richiederà nei prossimi trent'anni l'investimento di oltre un miliardo e mezzo di franchi: in confronto il LAC, con i suoi 150 milioni, fa una figura meschina. Un cantiere che, ridefinendo le vie della mobilità, dovrebbe restituirci una città più bella e vivibile, cambiando a favore del primo il rapporto modale tra trasporto pubblico e trasporto individuale motorizzato. Per questo si fa un gran parlare di treno e di tram luganese, spargendo molte illusioni tra la popolazione. In apparenza un'operazione di marketing verso la Confederazione - che i sussidi li concede a condizioni ben precise, favorevoli al trasporto pubblico. Invece, a meno di un rimescolamento di carte, il tram di Lugano dovremo ancora aspettarlo a lungo, perché oggi il PAL2 propone in priorità la costruzione di nuove strade per le automobili; con l'eccezione della navetta tranviaria in galleria tra Bioggio e il centro di Lugano, un'opera molto costosa che, se mai dovesse essere realizzata, andrebbe rinviata a una fase successiva.

Per il momento ci limitiamo a presentarvi i documenti, in seguito ritorneremo sugli aspetti particolari di un iter che già si annuncia molto tormentato.

Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento
27 marzo 2012 2 27 /03 /marzo /2012 18:58

Pasqua si avvicina e questa calda primavra ha risvegliato dal suo torpore invernale anche il nostro gruppo "per una goccia di magia". Sabato 31 marzo organizza un pomeriggio per grandi e piccini al campo di calcio di Gandria (sopra la chiesa). L'intento è quello di realizzare un'opera d'arte effimera, tutte le fantasie e creatività sono fin d'ora sollecitate.

Wprimavera.jpg

Repost 0
Published by VivaGandria
scrivi un commento