Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
4 maggio 2011 3 04 /05 /maggio /2011 20:46

A ritmo sempre più accelerato, ogni giorno se ne va un pezzo della Lugano che conosciamo. Sotto la spinta degli amanti del cemento, del profitto o di una malintesa modernità cadono alberi e vecchie ville. 

Un paio di settimane fa sono stati sacrificati i cedri di Villa Favorita per far posto a una nuova costruzione affidata agli architetti Herzog e De Meuron su un terreno acquistato per trenta milioni di franchi (vedi qui).

Intanto a Besso si prepara l'abbattimento della pregiata Villa Elisa e il taglio dei cedri della clinica Moncucco (vedi qui).

Però ciò non avviene più nell'indifferenza generale, da più parti si comincia a reagire e a organizzare l'opposizione. Nel giorno di Pasqua un "Gruppo in difesa del quartiere di Besso" ha affisso manifesti sulle cancellate della Clinica Moncucco per gridare "tutti assieme: ADESSO BASTA" (vedi qui).

Il 30 aprile 5 consiglieri comunali appartenenti a diversi partiti hanno rivolto un appello alla popolazione per opporsi alla cementificazione del territorio di Lugano (vedi qui). Un appello analogo è stato proposto pochi giorni dopo anche da Nadir Sutter, vice presidente della Società svizzera protezione dei beni culturali (vedi qui).


Condividi post
Repost0

commenti