Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
3 maggio 2019 5 03 /05 /maggio /2019 00:12

Quella del tram-treno del Luganese è una storia lunga, travagliata e controversa. Tutti lo vogliono ma le opinioni divergono sulla sua concretizzazione. Nell’ambito del coordinamento dei Cittadini per il Territorio ce ne occupiamo da anni. La discussione è entrata nella sua fase calda sul finire del 2017, con la presentazione alla popolazione del progetto del DT, quando il Direttore Claudio Zali disse più o meno: “il progetto è questo, prendere o lasciare”. Ma la proposta presentava varie criticità. Quando la FLP chiese l’approvazione dei piani fioccarono le opposizioni: ben 130, tra cui quella di alcuni membri dei Cittadini per il Territorio.

Conscio dei problemi che ciò comporta, il 18 aprile scorso nel corso di una conferenza stampa il DT ha presentato alcune correzioni che intende apportare al primitivo progetto. Le più significative sono due e accolgono in parte alcune nostre obiezioni: il cambiamento di tracciato a Lugano Sant’Anna e l’eliminazione di alcune interferenze con la viabilità stradale sul tratto Bioggio - Manno. Altri punti restano però da migliorare, in particolare, come auspichiamo, il mantenimento della vecchia linea di collina della FLP, che risulterebbe più economico del suo smantellamento, converrebbe all’utenza della zona e inoltre contribuirebbe all’ottimizzazione dell’esercizio.

Il DT sembra voler imboccare la strada del dialogo. Il progetto verrà ripubblicato. Anche questa scelta corrisponde a una nostra richiesta, perciò esprimiamo soddisfazione. La procedura di progettazione, durata più di un decennio, non aveva infatti permesso ai cittadini e agli interessati di partecipare alla sua elaborazione. Ora certe osservazioni sono state considerate ed accolte, altre, ha promesso il DT, verranno discusse insieme. È un buon segno. Siamo fiduciosi in una conclusione positiva. (leggi le intenzioni del DT). La nostra disponibilità a contribuire, nell’interesse comune, a migliorare e rendere maggiormente condiviso questo fondamentale progetto, è consona con gli scopi statutari elle nostre associazioni.
Per ulteriori informazioni vedi la pagina dei Cittadini per il Territorio di Massagno e un’interessante puntata di Falò.

Condividi post

Repost0

commenti